Valentina Valente

Nel ricchissimo cartellone di quest’anno Schubert si ritaglia un posto particolare? «Sì. Abbiamo già iniziato lo scorso anno al Teatro Vittoria un progetto schubertiano con Erik Battaglia al pianoforte e la regia di Davide Livermore e ci è venuta la folle idea: eseguire tutti i suoi Lieder. Sono più di 600, non so quanto ci vorrà, intanto cominciamo e poi vedremo. Quest’ anno sono dodici gli appuntamenti della Schubertiade, quattro dedicati ai Lieder, otto cameristici nei quali però c’ è sempre un inserto liederistico. Mentre preparavamo questo progetto è scomparso Dietrich Fischer-Dieskau, il grande baritono che è stato un meraviglioso liederista, così abbiamo pensato di dedicarea lui questa Schubertiade. Erik Battaglia aveva con lui uno splendido rapporto e, siccome Fischer-Dieskau era anche un bravissimo pittore, abbiamo realizzato un video che riprende proprio i suoi quadri e che proietteremo durante le esecuzioni». Leggi su Repubblica 


 

Leave A Reply: