Sono tutte persone degne di stima, alle quale i bambini possono ricorrere con fiducia in caso di necessità. abbiamo temuto che avesso il mutismo selettivo, ma alle maestre parla ( solo per le necessità di base e poco altro ) e qualche parola la scambia ( è molto selettivo e lo fa solo con qualche bimbo ). © 2000-2021 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. come prima cosa vorrei dirle che, in generale,occorre tener presente che la capacità di socializzazione del bambino si sviluppa gradualmente, con tempi e modalità differenti per ognuno. (anche se lo scorso anno ha fatto solo un mese di asilo, perchè continuava ad ammalarsi con febbre alta e di conseguenza crisi convulsive (2 volte in cinque mesi) allora la pediatra mi ha consigliato di … penso che la nascita della sorellina, considerando anche la differenza di età e le esigenze diverse di gioco, non sia  necessariamente fattore facilitante per la socializzazione, potrebbe aver creato vissuti di gelosia. Vedi le Linee Guida per l'uso dei consulti online. Cordialmente, Dott.ssa Laura De Martino selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Certo, un bambino così può far spazientire. Che cosa dovrebbe mangiare. È vietata la riproduzione e la divulgazione anche parziale senza autorizzazione. Psicologa, Psicoterapeuta | Ferrara (FE), Scopri tutti gli Eventi di Psicologia presenti oggi nella tua città. Propongo, pertanto, a lei e anche a sua moglie di chiedervi che cosa secondo voi può essere successo per cui vostro figlio sente la difficoltà a mostrarsi ancora bambino, a mostrare i suoi aspetti fragili per farsi aiutare e sostenere, perché “gioca a fare il grande” e se può trovare lo spazio ed il modo per essere ancora solo un bimbo piccolo o deve al contrario essere il fratello maggiore?Infondo, mi sembra che sia proprio questo che vi sta comunicando, anche lui “si sente perso senza di voi”. e C.F. Di seguito alcune strategie che funzionano davvero. ho un bimbo splendido di tre anni e mezzo. Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Rifiuta ostinatamente tutti i piatti che gli vengono preparati alla mensa della scuola, anche la pasta che in genere è molto amata: il problema del bambino che si ostina a non mangiare a scuola è molto diffuso e può dipendere da vari fattori. Relazioni, aspettative e comunicazione efficace. Ciò che potete fare ora è acccettare la situazione e non drammatizzarla. Che tipo di ruolo ha e ha avuto all'interno della famiglia? Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra, Registrazione/Login Scuole, Ordini e Associazioni, Mia figlia non viene accettata dalle compagne di scuola, Mio figlio ventenne chiuso in casa davanti a un pc. Dott.ssa Paola Grasso Ho notato che mia figlia rispetto ai suoi coetanei i non riesce a fare un discorso completo o quantomeno articolato…Mi spiego: Non esprime mai le sue opinioni seppur in modo semplice come ad esempio come è bello quel vestito o quella cosa…ma usa sempre e solo le stesse frasi. Ora invece ha una sorellina e tanti altri bambini che possono essere d'intralcio per riuscire a restare al centro dell'attenzione degli "adulti" (per lui mamma e papà). Dott.ssa Ilaria Sarmiento Esistono relazioni che sono soddisfacenti, danno sicurezza, tranquillità e amore; viceversa ci sono relazioni che ti fanno sentire svuotato, sbagliato e non amato. Anche parlandogli non ho risolto niente, dice che non se ne accorge: lo devo cambiare almeno 5 volte al giorno minimo, la cosa strana è che di notte non la fa. E poi, istituisci delle "regole familiari" ("non si tagliano o mordono le altre persone", "bisogna almeno provare il cibo che … Per favore mi aiuti, non … è sempre piuttosto passivo, non corre, dove c'è un po' di caos lui sta sempre in disparte. Anche la nascita della sorellina potrebbe avere una certa importanza. con un bimbo di 4 anni e senza aver fatto l'antimalarica. Diamo il giusto valore al lavoro e alla dignità della bidella o della direttrice. I bambini, però, possono risentire anche di cambiamenti ambientali. Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Billy ha 4 anni e sostiene di essere la reincarnazione della principessa Diana, morta in un incidente stradale il 31 agosto del 1997. Non c’è nulla di strano, perciò non proviamo a riportarlo necessariamente alla realtà. Se vi accorgeste che c’è qualcosa che non va potete parlarne con il pediatra al prossimo incontro. 1 - Non urlare: è inutile e fa aumentare rabbia e capricci. Tipo "cosa puoi fare ancora oltre quello che hai detto che vuoi?". mio figlio di 3 anni a scuola non socializza con nessuno,non vuole fare nessuna attività n più non fa nessuna richiesta alle maestre.a casa il suo comportamento cambia gioca parla e ci fa le sue richieste.sono molto preoccupato avendo un figlio autistico molto grave.non vorrei che la situazione famigliare incide sul suo comportamento.il suo linguaggio non è perfetto a capiscie tutto .grazie Non dimentichiamo che tutti i … Sono la mamma di un bimbo di 4 anni e mezzo, che frequenta il secondo anno di scuola materna. Bimbo di 4 anni fa i capricci e il padre picchia lui e la madre che lo difende. la rimando ad un articoletto che ho scritto recentemente www.mammeafirenze.it/angolo-psicologa/perche-mio-figlio-non-gioca-con-gli-altri-bambini/, però le consiglierei di rivolgersi ad uno psicoanalista infantile per un consulto, se vuole le posso fornire il numero di una brava collega torinese, neuropsichiatra infantile e psicoanalista. Per esempio, l'inserimento all'asilo è un momento delicato e talvolta lo è maggiormente quando c'è un fratellino, o una sorellina, che invece rimane a casa mantenendo un rapporto esclusivo con la mamma (o con la persona che si prede cura di lui/lei). la maestra dice che è un bimbo che senza un adulto vicino si sente perso" forse sta la spiegazione del comportamento del bimbo. il suo problema invece nasce quando deve relazionarsi con bambini della sua età,che siano compagni di scuola o bambini incontrati al parco. Buon cammino, Dott.ssa Noemi Dominici Gent.mo Dottore, le scrivo per mia figlia di 4 anni e 6 mesi. da settembre va all'asilo, ma non riesce a socializzare con gli altri e ogni mattina piange disperato. salve. Potreste pensare di approfondire con qualche colloquio queste tematiche per comprendere appieno il punto di vista del vostro bambino ed eventuali sue paure, preoccupazioni, legate magari a questi cambiamenti. Copyright © 2008 All contents by Italia Web s.r.l. Creando serie difficoltà al bambino nel suo percorso scolastico. tenerlo in braccio e dedicargli le stesse cure date alla sorellina, anche se è più grandicello. Lei offre certamente degli spunti di riflessione attraverso il suo racconto: bambino "viziato il più possibile", molto autonomo per l'età che ha nel vestirsi e nel dormire, presenza di una sorella da quando lui era ancora piccolo con comprensibile gelosia.... potete magari, se lo sentite, esplorare  questi canali con la guida di un esperto come sopra già vi ho suggerito. Come gioca un bimbo di 4 anni? Quando i bambini saranno più grandi, ad esempio intorno ai 4 anni, si potrà iniziare a spiegare loro che non tutti i bambini sono felici e che se vogliono che l’altro bimbo la smetta devono essere sorridenti e gli devono chiedere il perché di tale aggressività. Bergamo (BG). Quando il bambino fa i capricci, non bisogna gridare e arrabbiarsi più di lui. Poi fate delle cose insieme mettendo delle piccole regole che verranno rispettate da voi e da lui sempre senza lasciar correre se lui non le rispetta.Terza cosa, rinforzate sempre con approvazioni e coccole le cose fatte bene e i comportamenti adeguati e non rinforzate mai quelli negativi. Quando è possibile e se è possibile, fai le grandi spese senza il bambino. Salve sono Azalea ho un bimbo di 4 anni e da settembre ha iniziato a fare la pipi addosso. la logica dei sentimenti non sempre coincide con la logica dei comportamenti e si è in grado di darle un nome (nominarla). Roma (RM). Parlo primariamente di Socializzazione perché è questo che un bimbo di 3 anni va a fare alla scuola materna, anzi, Scuola dell'Infanzia: aprirsi al mondo dei coetanei imparando dall'esperienza i … Come capire se stai vivendo una Relazione Tossica? Salve Giorgio, dalla sua lettera leggo che suo figlio sembra mostrare due comportamenti abbastanza diversi tra loro: si mostra sicuro in casa al punto che dorme da solo, si veste da solo (o almeno cerca di farlo), mangia da solo, al contrario, fuori casa appare insicuro, passivo, smarrito. Dal punto di vista dello sviluppo, è normale che i bambini al di sotto dei due anni rifiutino di prestare e condividere le cose, e anche in età successive la condivisione può essere un processo graduale che può provocare frustrazione sia ai genitori che ai figli. l'asilo stesso può considerarlo come un buttarlo fuori di casa, così che non può "controllare" cosa fate con la sorellina. la maestra dice che è un bimbo che senza un adulto vicino si sente perso, infatti le è sempre attaccato. Un po' di attenzione da parte tua può rendere tutto più facile. una società di CompuGroup Medical Italia SpA - [email protected] - Fax: 02 89950896. sono la mamma di un bimbo di 4 anni...che si chiama mattia.. Cara signora, per un bambino, figlio amatissimo, centrale nella vita della famiglia e della mamma in particolare, il passaggio all'asilo può essere un pò difficile, si tratta di condividere l'attenzione della maestra, i giochi , ogni cosa.. io direi tranquillo...mattia e il coccolone di famiglia..la situazione famigliare serena... Gentile signora, Le ho risposto anche nell'altro consulto. In casa, togli o metti in sicurezza tutto ciò che non dovrebbe cadere nelle mani di un bambino di due anni. Mi chiedo se non sia ulteriormente utile parlare direttamente con uno psicologo che possa aiutare voi genitori a comprendere in modo più approfondito il comportamento del bambino e a gestire le vostre comprensibili ansie. 01582700090. da settembre va all'asilo, ma non riesce a socializzare con gli altri e ogni mattina piange disperato. Buongiorno sono la mamma di un bambino di 9 anni con problemi nel relazionarsi. P.I. il tuo bimbo probabilmente non ha ancora del tutto accettato la sorellina che lo ha spodestato e "messo in dispoarte", come lui fa all'asilo. Lei non riferisce niente al riguardo, ma la nascita di un fratellino rappresenta  comunque  un cambiamento importante, e potrebbe essere utile valutare come il bambino l’ha vissuto e come vive attualmente il rapporto con la sorellina che, tra l’altro, rimane presumibilmente a casa, mentre lui è "costretto" ad andare all'asilo. Spieghiamo loro che l'ordine e la pulizia hanno bisogno di costanza nel corretto comportamento. Bimbo di 4 anni che non parla e problemi con la maestra. Giuseppe Mori La "regola delle regole" poi, date sempre tanto affetto,protezione e calore accettando anche le parti negative ma introducendo sempre le opzioni possibili. Non Tutto ciò mi faceva pensare ad un bimbo che forse crede di doversi mostrare per qualche motivo più adulto e autonomo di quello che realmente è, di “dover fare il grande” ma che grande,  giustamente ancora non è. Così, il suo essere piccolo e ancora fragile ed insicuro, proprio della sua età, verrebbe poi fuori quando si trova tra estranei. Dicono i locali che la malaria si rischi in Tanzania, nei safari a contatto col verde/natura, quasi impossibile sul mare. Salve, sono madre di due bambini, una di 4 e un bimbo di 18 mesi. Senza contare che gli … Torino (TO). MEDICITALIA s.r.l. Torino (TO), Buonasera Giorgio, per poter dare un parere accurato bisognerebbe conoscere meglio la vostra famiglia ma provo comunque a darle qualche spunto di riflessione. Firenze (FI). Il mio bimbo, 22 mesi, non parla e non ripete le cose ( o meglio ripete poche volte, ma quando dice lui), non socializza con i bimbi della sua età, ma preferisce i bambini e ragazzi più grandi. Si fa capire in tutto, ed i “ comandi “ principali li capisce perfettamente. Dott. ho un bimbo splendido di tre anni e mezzo. Torino (TO), Gentile Giorgio da ciò che racconta mi pare che abbiate preso in mano la situazione di vostro figlio cercando di adottare misure che sicuramente lo aiuteranno. Buongiorno , mi chiamo Elisa ho 45 anni. sono la mamma di un bimbo di 4 anni...che si chiama mattia.. e un bimbo che e cresciuto con me..ed e attacco a me... ho un problema..da un mese frequenta l'asilo.. ma QUESTI utenti hanno bisogno del tuo Aiuto! La mancanza di amore e di libertà ... Può capitare che nelle Relazioni vi siano problemi di Comunicazione perchè sono presenti delle Aspettative Implicite, qualcosa che ci aspettiamo che l'altro faccia, senza dirglielo. Sviluppo del linguaggio – vediamo insieme le principali conquiste del vostro bimbo in questo ambito. Per questo motivo presumo che vi sia stata una visita pediatrica o comunque specialistica per quanto riguarda la comunicazione verbale del piccolo. 10272711002, Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie C’è poi un particolare che mi ha incuriosita: lei ha scritto “abbiamo cercato di viziarlo il più possibile”. è sempre piuttosto passivo, non corre, dove c'è un po' di caos lui sta sempre in disparte. nella sua espressione "abbiamo cercato di viziarlo il più possibile. Oscillando tra verità e fantasia, si prepara alla vita ed esprime emozioni e sentimenti, anche attraverso il gioco del “far finta di…”.Potrebbe avere un amico immaginario e, anche nel disegno, si lascia ancora guidare dall’immaginazione. Prof. Angelo Rovetta Ogni giorno verranno E' una bambina fisicamente sana, che non ha mai avuto problemi di salute (a parte, si intende, i classici mali di stagione) fin dalla nascita avvenuta con cesareo per posizione podalica. Queste differenze dipendono da vari fattori, fra cui il livello di sviluppo del linguaggio, il carattere  (ad esempio, un bambino timido impiegherà più tempo), il grado di autostima, nonchè il modo con cui i familiari si relazionano con lui. Buonasera Dottoressa, sono la mamma di una bambina di 4 anni. Vi sembrerà assurdo ma vi garantisco che funziona. è un bimbo che mangia da solo, si veste da solo ( pasticciando... ), dorme da solo in camera sua da quando aveva 6 mesi, e abbiamo cercato di viziarlo il più possibile. Cercando su Internet ho trovato il vostro sito: vorrei brevemente raccontarvi la storia ... L'articolo in questione, riguarda il ruolo della madre e le problematiche nei figli, laddove questo rapporto risulta essere conflittuale. Di zanzare nemmeno l'ombra, io non ne ho viste, sarà stata la stagione migliore. Purtroppo da alcuni giorni ho la certezza di avere una ... Sono la mamma di una ragazzina di 11 anni che frequenta la prima media.Seppur io ho invitato a casa, ... Buongiorno. Perché i problemi di linguaggio, crescendo, possono evolvere in disturbo dell'apprendimento (dsa). Non vuole mangiare alla scuola materna. L'articolo è stato ispirato dalla richiesta sul forum: il mio bimbo ha tre anni e parla poco e in maniera incomprensibile *Eleonora La Monaca, logopedista da 15 anni, da 10 si occupa prevalentemente di disturbi di linguaggio in bambini piccoli (da 0 a 4 anni) presso un Servizio di … Partecipa. Torino (TO). Incominciate con l'accettare quello che lui vuol fare introducendo però delle alternative come se potesse scegliere tra più opzioni. funzionalità. stiamo facendo psicomotricità per aiutarlo, abbiamo fatto solo 4 sedute ma continueremo. Saluti, Dott.ssa Elena Nobiltà È bene cercare di scoprire il motivo di questo atteggiamento, per cercare di porvi rimedio. Inviato da Simona Oana il Ven, 23/10/2020 - 13:20. Foro Buonaparte, 70 - 20121 Milano (MI) Questo è un elemento importante da considerare insieme alle vostre aspettative anche nei riguardi del vostro piccolo. Suo figlio ha iniziato la scuola materna  solo da 6 mesi e non è raro che, in questa fase iniziale, i bambini possano avere difficoltà a socializzare. Ciao mamme, spero che qualcuna di voi risponda. Può essere abbastanza naturale per il bambino sentirsi al centro dell'universo visto che con i genitori non deve dividere nulla. È quanto emerso dall'ultimo convegno della Federazione logopedisti italiani, che si è svolto a Rimini. P.I. I contenuti scientifici sono scritti GRATUITAMENTE dai professionisti: medici specialisti, odontoiatri e psicologi. però volevo sapere cosa altro possiamo fare noi come genitori per aiutarlo...ha una sorella di 1 anno e mezzo per cui è anche abituato ad avere un altro bimbo vicino... grazie, Dott.ssa Maddalena Bazzoli Salve, mi chimo Eliana ho un figlio 3 anni e mezzo,molto dolce,affettuoso e che non ha alcun problema di socializzazione con gli adulti. Gentile papà, l'esperienza della Socializzazione non è mai troppo gravosa per nessuno. Napoli (NA). Logopedia, intervenire subito con la terapia sul bimbo piccolo che parla male, o non parla affatto, può essere molto utile. Buongiorno dottore, vi disturbo perché volevo un'altra parere per il mio figlio. Non ha difficoltà ad affrontare nuove situazioni con bambini che non conosce ma quando si rende conto che non riesce a primeggiare e a far fare a tutti i bambini il gioco che vuole lui reagisce diventando antipatico e maleducato, li tratta male e fa i dispetti. Noto intanto che come genitori vi siete preoccupati e attivati con un percorso di psicomotricità. Arrestato dai carabinieri di Mineo un 37enne: «Mia moglie non sa educarlo» Leggi l'articolo completo: Bimbo di 4 anni fa i capricci e il padre...→ #Mia; Cronaca tutte le domande pervenute verranno evase. Mio figlio non riesce a socializzare con ... Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti, Progetti di promozione della salute e prevenzione del disagio. salve. La psicomotricità ha un ruolo molto importante, provate  durante il percorso a farvi guidare anche da quello che emergerà e parallelametne potreste farvi aiutare a chiarire dubbi da un professionista. La pasta e il riso: questi cibi, insieme alla polenta e alle patate, sono in genere molto amati dai bambini; sono fondamentali perché rappresentano la principale una fonte di carboidrati complessi, cioè di energia a lento rilascio che si rivela preziosa per svolgere le mille attività quotidiane. In questo periodo va accudito e coccolato molto, senza dirgli "ormai tu sei grande e socializza con gli altri bambini". Immagino che  volesse dire “il meno possibile”, ma questo lapsus ha comunque  un qualche significato e potrebbe partire anche da questo  per capire meglio cosa sta vivendo suo figlio, eventualmente facendo anche qualche seduta da uno psicologo. Bambini di 4 anni: i vari stadi dello sviluppo. Ecco perché non sente quando lo chiami e sembra sempre con la testa tra le nuvole». MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. usano frasi di 5 o 6 parole; parlano abbastanza chiaramente da farsi comprendere dagli estranei Fare delle ipotesi sugli atteggiamenti di vostro figlio e dare dei suggerimenti credo sia un pò azzardato. CONSULTI PER BAMBINI ADOLESCENTI E FAMIGLIE. "Se noi urliamo, nel cervello del bambino aumenta la cosiddetta chimica della rabbia, cioè la produzione di sostanze dello stress, che lo fanno agitare ancor di più" dice Rosanna Schiralli.